CHIAMACI
0121.061504
Home / Dettaglio Articolo

Dettaglio Articolo

 


DPCM del 3 Novembre: cosa cambia per chi cerca e vende casa?

05/11/2020 - Informazioni

Il Presidente del Consiglio, prof. Giuseppe Conte, il 3 novembre con il nuovo Dpcm ha reso noto le tre divisioni all’interno del territorio italiano previste dal Governo: Zona Rossa, Zona Arancione e Zona Gialla.

Il Decreto sostituisce quello del 24 Ottobre 2020, e sarà in vigore dal 6 Novembre al 3 Dicembre 2020, con l’obiettivo di tenere sotto controllo la curva del contagio del Coronavirus, cresciuta esponenzialmente nelle ultime settimane.

La divisione in zone a rischio implica che alcune di queste abbiano maggiori restrizioni rispetto alle altre.

Vediamo in questo articolo quali sono le principali restrizioni per ogni zona (non le elencheremo tutte ma solo quelle che riteniamo più rilevanti per il settore immobiliare) e cosa cambia per chi deve comprare o vendere casa in queste settimane.

Condizioni e limitazioni, zona per zona

ZONA ROSSA:

- Disposizioni

Dallo scenario più drammatico, nella zona rossa si sta verificando il più alto numero di contagi; la diffusione ha raggiunto un indice RT superiore a 1,5.

Le regioni interessate sono: Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria.

In queste regioni si torna quasi completamente alla situazione di lockdown che è stato sperimentato in primavera. Nello specifico:

  • ci si può spostare solo all’interno del proprio comune di residenza;
  • chiudono tutti i negozi fatta eccezione per alimentari, farmacie, tabacchi;
  • si può uscire di casa solo per motivi lavorativi, di salute o estrema necessità;
  • bisogna giustificare i propri spostamenti con il modulo di autocertificazione (lo trovi in fondo)

 - Cosa cambia per il settore immobiliare?

Per quanto riguarda il settore immobiliare non sono state date dal Governo direttive specifiche; considerate le restrizioni generali, i potenziali acquirenti all’interno della zona rossa dovrebbero limitare la loro ricerca, tranne che per esigenze improrogabili -  si pensi a chi ha venduto, e ora deve comprare entro una data scadenza.

I venditori possono continuare a ricevere visite presso i propri immobili, con tutte le precauzioni del caso.

Sebbene al momento risultino escluse dalla stretta delle chiusure, pur limitando la propria attività, le agenzie immobiliari possono comunque continuare ad organizzare le visite presso gli immobili - con tutte le precauzioni del caso.

ZONA ARANCIONE

- Disposizioni

Lo scenario è di gravità medio-alta, perché l’aumento dei contagi si mantiene costante.

Nello specifico si tratta di Puglia e Sicilia. Le restrizioni principali sono le seguenti:

  • non ci si può spostare al di fuori del proprio comune di residenza;
  • chiudono tutti i negozi fatta eccezione per alimentari, farmacie, tabacchi;
  • possono restare aperti gli uffici;
  • si potrà uscire di casa solo per motivi lavorativi, di salute o estrema necessità e portando con sè l'autocertificazione; 

 - Cosa cambia per il settore immobiliare?

In queste regioni gli uffici restano aperti, con meno limitazioni, pertanto è possibile effettuare visite presso gli immobili. Tuttavia restano in vigore le misure di sicurezza, quali: distanziamento interpersonale di almeno un metro, obbligo di mascherina, lavaggio frequente delle mani e far attenzione a non entrare a stretto contatto con persone che manifestano sintomi Covid.

ZONA GIALLA:

- Disposizioni

Tra le regioni gialle rientrano: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Provincia di Trento e Provincia di Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria e Veneto.

In questi territori l’indice di contagio è inferiore a 1, per cui la situazione è meno preoccupante.

Queste le principali indicazioni da seguire:

  • scatta il coprifuoco dalle 22 alle 5 di mattina, per cui in questa fascia oraria non ci si può spostare da casa se non per comprovate ragioni;
  • per giustificare gli spostamente nella fascia oraria del coprifuoco bisogna essere muniti di autocertificazione;
  • negozi e uffici restano aperti.

 - Cosa cambia per il settore immobiliare?

In queste regioni non è prevista alcuna limitazione, per cui potenziali acquirenti e venditori possono continuare la loro attività. Le agenzie Immobiliari possono continuare ad operare come prima - il limite agli spostamenti è solo dopo le 22!

Autocertificazione: modulo e indicazioni per la compilazione

Con il nuovo Dpcm è obbligatorio munirsi di autocertificazione per alcuni spostamenti in determinate regioni. Ma quando l'autocertificazione interessa i potenziali acquirenti e/o i venditori? E come si compila?

Siccome l’appuntamento o la visita all'immobile rientrano nell’attività lavorativa, nei casi delle regioni rosse e arancioni è necessario portare sempre il modulo con sé.

Per quanto riguarda le regioni gialle, invece, non c'è nessun bisogno di autocertificazione quando ci si reca presso un'agenzia immobiliare, o si visitano immobili.

Cosa devono scrivere i clienti nell'autocertificazione?

Si può mettere la crocetta sulla casella “Altri motivi ammessi” e specificare per iscritto “Appuntamento per valutazione/acquisto/vendita di un immobile con servizio dell'Agenzia Immobiliare LaCASAcheVOGLIO”.

Per quanto riguarda il Modulo di Autocertificazione, lo trovi in fondo a questo articolo.

Novità in arrivo...

Per quanto ne sappiamo oggi, gli ultimi provvedimenti del DPCM avranno una durata di 4 settimane. Tutavia, poiché la situazione è di forte instabilità, potrebbero essere fornite nuove indicazioni prima.

Bisogna sempre essere pronti ad un cambio di scenario e attrezzarsi affinché le proprie attività possano continuare anche nel caso in cui vengano stabilite nuove restrizioni. 

Per venire incontro alle esigenze di tutti, resta connesso - cercaci su Facebook, e clicca "mi piace". Molto presto ti comunicheremo maggiori informazioni non solo su questa ma anche su altri importanti novità, sulle quali stiamo lavorando da mesi.

Scarica il file Modello Autocertificazione Covid Ottobre-Novembre 2020